horror · Manga

Recensione: RE/MEMBER

Salve a tutti!

Siccome mi sono resa conto che è da un bel po’ che non porto un manga su questo blog; ho deciso di parlarvi di quello che sto leggendo attualmente, Re/member.

TRAMA

Sarebbe dovuta essere una tipica giornata scolastica per Asuka e i suoi amici; se non fosse per il fatto che la loro compagnia e amica, Haruka, chiede loro di cercare il suo corpo ormai fatto a pezzi e sparso per tutta la scuola. Inizia così una corsa contro il tempo che coinvolge ognuno di loro, portandoli alla disperazione e alla follia. Come se non bastasse a complicare le cose ci sarà una bambina pronta a ucciderli per non farli arrivare alla fine del macabro “gioco”. Ce la faranno ad uscirne vivi ed a svelare i misteri che li circondano?

RECENSIONE

♦ La bambina in rosso appare a scuola dopo le lezioni.

♦ La bambina in rosso appare di fronte a uno studente quando rimane da solo.

♦ Chi vede la bambina in rosso, non deve assolutamente voltarsi finché non esce dal cancello della scuola.

♦ Chi lo fa, viene diviso in otto pezzi e nascosto nell’edificio scolastico.

♦ Lo studente ucciso dalla bambina in rosso, il giorno dopo compare davanti a tutti e chiede di cercare il suo corpo.

♦ Non ci si può rifiutare di cercare il corpo.

♦ La bambina in rosso compare anche durante la ricerca.

♦ La ricerca non termina finché il corpo non viene trovato.

♦ Anche se durante la ricerca perdi la vita, non muori.

Girovagando per Pisa sono riuscita a trovare una fumetteria dove mi sono imbattuta in questo manga mai visto prima; leggendo la trama mi sono resa conto che, oltre ad intrigarmi un sacco, era a sfondo horror e una persona come me non poteva di certo farselo sfuggire ma ahimè non ero molto sicura se prenderlo o meno perché avevo altre spese in mente, così mentre il tempo passava ed io ero sempre lì a pensarci arriva novembre e questo stava a significare solamente una cosa LUCCA COMICS. Sotto costrizione consiglio da parte della mia amica e di una ragazza che lavora alla JPOP, decido di prendere i primi tre e poi comprarli successivamente in fumetteria; non c’è stata scelta che ho pentito più di questa. Arrivata alla fine del terzo volume la mia reazione è stata più o meno questa:”AAAAAH finalmente un manga che mi intriga a tal punto da non potermene staccare” seguita da una riflessione assai importante:”Aspetta, ora come vado avanti? Perché diamine non li ho presi tutti?” Ebbene si, è da sabato scorso che sono in stallo e non vedo l’ora di andare a comprarli domani perché non resisto più in questa situazione. Starei qui ore ed ore a parlare dei fatti miei ma qualcosa mi dice che a voi non interessano, sicché direi di parlare un po’ del manga visto che sono qua per questo. Inizialmente mi aspettavo una cosa tipo Another, con uccisioni e roba splatter in qua e là ma sono piacevolmente colpita nel dirvi che Re/member è molto meglio di Another (almeno per me). E’ vero che per ora sono solo all’inizio e che nella storia vera e propria ci devo entrare a modo, però che ci devo fare mi sono già innamorata. Adoro moltissimo l’ansia che mi mette pagina dopo pagina (si lo so sono strana, non fateci caso), reazione più che giusta in quanto si tratta di un manga horror, cosa che non mi è successa con Another. I disegni sono fenomenali, soprattutto nelle scene inquietanti e cavolo se il disegnatore riesce a renderle; vi dico solo che per leggerlo ho tenuto la copertina lucida con il personaggio, che di solito tolgo, perché il disegno sotto mi angosciava talmente tanto da non riuscire a guardarlo. In modo particolare mi hanno colpita le varie scene in cui i protagonisti vengono uccisi e la figura della bambina in rosso che riesce davvero ad impressionare i lettori. Un punto a favore va di certo per la storia, sarà che per me parte abbastanza avvantaggiato perché i racconti costituiti da misteri fitti così mi piacciono tantissimo, è intrigante a tal punto che t’invoglia ad andare avanti per poter scoprire sempre di più insomma se qualcuno di voi lo inizierà non fate come me, comprateli direttamente tutti non ve ne pentirete. Unica cosa, lo dico per sicurezza, consiglio questo manga solo a chi è abituato a questo genere di cose perché ci sono molte scene che sono abbastanza forti sicché se lo iniziate vi ho avvertito 😉 .

E niente credo di aver scritto tutto quello che mi premeva dirvi, anche perché essendo arrivata solo al volume tre non posso di certo dilungarmi troppo haha. Come al solito, spero abbiate gradito la recensione se vi va fatemelo sapere attraverso un semplice commento o con un “mi piace”. Alla prossima!

VOTO: 3.5/5 (solo perché sono sempre agli inizi)

Buona lettura!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...